I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Souvenir da polso

CIONDOLI DA COLLEZIONE  La splendida raccolta di Sandy White, appassionata ricercatrice di “charms”, i piccoli ninnoli portafortuna che conobbero grande fortuna dalla seconda metà dell’Ottocento


img

Il collezionismo di ciondoli affascina non solo gli appassionati di gioielli, ma anche coloro che amano ricercare piccole preziosità dalla forma bizzarra. Già in epoca vittoriana questi ninnoli vengono soprannominati charms – dalla parola inglese charm intesa come incantesimo, talismano, ma anche amuleto – ovvero ciondoli porte-bonheur. Portati indistintamente sia da uomini che da donne come ornamento scaramantico o come segno di appartenenza ad un gruppo sociale, diventano una vera e propria moda dalla seconda metà dell’Ottocento, quando iniziano ad adornare i bracciali delle giovani ragazze à la page. Sandy White, appassionata ricercatrice di questi ciondoli a charm, ha concentrato una cospicua parte delle sua raccolta su quelli souvenir a forma di libro. Piccole meraviglie in miniatura realizzate in ottone dorato o in argento. Come spiega la collezionista inglese, si tratta di ciondoli molto particolari e non sempre facili da reperire.



Sandy, i charms sono sempre stati oggetti da collezione, dai più classici ai più fantasiosi. Tra questi ultimi rientrano dei piccoli libri souvenir, delle vere e proprie miniature con all’interno immagini di luoghi e monumenti. Quando ha cominciato a collezionarli?
Ho sempre avuto una grande passione per i libri e questa mi ha portato a collezionare edizioni rare e ben rilegate. Per incrementare la mia raccolta mi capitava spesso di fare scambi. Quindici anni fa mi è stato proposto il primo di questi charms a forma di libro: è stato un amore a prima vista, da quel momento non ho più smesso di ricercarli.

img

Può raccontarci la storia di questi particolarissimi ciondoli? 
Questi charms souvenir nascono già alla fine dell’Ottocento, ma solo a partire dal 1902 iniziano a diventare più popolari. Curioso il fatto che i primi esemplari prodotti non raffiguravano città e luoghi turistici, ma la famiglia reale. Si tratta quindi, di ciondoli commemorativi della Corona inglese. Questi primissimi esemplari, prodotti solo fino al 1911 sono molto preziosi. Realizzati prevalentemente in ottone dorato possiedono una copertina smaltata. Più rari, invece gli esemplari in argento massiccio. 

img

Questo non sorprende, visto che nel Regno Unito la famiglia reale è da sempre uno dei soggetti preferiti per la produzione di souvenir…

Nel 1902 furono prodotti migliaia di ciondoli di questo tipo per l’incoronazione di re Edoardo VII. La versione più comune contiene sei immagini: re Edoardo VII, la regina Alessandra, il principe e la principessa del Galles, il principe di York e la regina Vittoria. La versione più rara, invece, racchiude le fotografie in miniatura del re e della regina insieme ad una serie di immagini simbolo della monarchia come la stanza del trono, l’abbazia di Westminster, i gioielli della corona e il castello di Windsor. Anche le copertine di questi ciondoli “reali” sono di diverso tipo, tra le più rare quelle con gli stemmi applicati. 


Oltre a questi primissimi esemplari prodotti fino al 1911, osservando la sua collezione si evince come il corpus più importante sia composto da charms souvenir dedicati alle varie città…

Sicuramente si tratta degli esemplari più comuni e collezionati. Non necessariamente dedicati alle capitali, ma anche alle piccole città che ai tempi avevano già un riscontro turistico. Sono centinaia le varianti di questi ciondoli proposti, tanto che nonostante i diversi anni di collezionismo in questo settore ne trovo sempre di nuovi. 


img


A proposito dei luoghi raffigurati ci saranno sicuramente dei pezzi più rari rispetto altri. Questo influisce sulla quotazione?

Tra i più comuni vi sono quelli raffiguranti le città del Regno Unito, ma anche alcune città europee. Abbastanza reperibili, tra le capitali, sono quelli che rappresentano Londra e Parigi. Questi charms se in buone condizioni possono valere circa novanta sterline, mentre quelli raffiguranti città meno famose valgono molto meno. Più rari, invece, sono i ciondoli di altre capitali. Di recente sono riuscita a trovarne uno di Berlino, veramente particolare. Come si può vedere il loro valore è molto variabile e dipende oltre che dai luoghi raffigurati, anche dai gusti del collezionista. Ma se vogliamo parlare di charms rari bisogna citarne altri.


Ad esempio?

Sono stati creati dei ciondoli libro in ricordo di spettacoli teatrali, con all’interno le fotografie degli attori, di mostre e di eventi sportivi. Questi anche se non sono in condizioni perfette possono raggiungere cifre ben più alte, parliamo di diverse centinaia di sterline. Tra i più rari in mio possesso quello realizzato per lo yacht da regata Shamrock II e il suo valore oggi supera le duecento sterline. Un altro molto raro è quello creato per l’Esposizione Universale di Parigi del 1900. Tra le curiosità i ciondoli libro definiti souvenir della Prima Guerra Mondiale, dove le immagini contenute raffigurano gli edifici danneggiati dalle bombe e i Generali che hanno fatto la storia. Il loro costo oscilla tra i sessanta e le ottanta sterline. 


img


Molto affascinanti per la loro forma i charms libro a forma di cuore che una volta aperti si trasformano in quadrifogli…

Concordo in pieno, sono tra i più belli. Questi libri si aprono a ventaglio formando un quadrifoglio composto da fotografie o da figure smaltate. Il loro valore viene attribuito in base alla raffinatezza della decorazione. Quelli prodotti fuori dal Regno Unito, per esempio, sono completamente smaltati e quindi più costosi di quelli inglesi che vedono una maggiore ricchezza di decorazione solo sulla parte anteriore. Il valore di questi ultimi si aggira intorno alle cento sterline. 


img


Esistono delle aziende produttrici degne di nota?

Non è possibile stabilire la provenienza poiché questi oggetti sono privi di marchio. 


Non c’è un marchio, ma sappiamo che la loro produzione era diffusa in molti Paesi…

Anche nel resto del mondo vi era un mercato fiorente legato a questi ciondoli souvenir, ma sono molto difficili da trovare. Sono riuscita a recuperarne uno prodotto in Egitto con all’interno delle bellissime immagini raffiguranti le piramidi e uno addirittura proveniente dall’Argentina. Si tratta tuttavia di eccezioni, poiché i più comuni sono quelli provenienti da Inghilterra, Francia e Belgio. Tra l’altro la produzione al di fuori del Regno Unito si protrae per più tempo arrivando addirittura fino agli anni Cinquanta - Sessanta, anche se si tratta di pezzi meno raffinati e di solito attaccati a portachiavi. 


img


Per la sua collezione ha un range di ricerca? 

Mi interesso solamente dei primi esemplari, quelli che vanno da inizio Novecento fino agli anni Venti circa.


La decorazione è un elemento molto importante per voi collezionisti…

Sicuramente l’impatto estetico è un fattore determinante per la scelta di un esemplare. Trovo bellissimi quelli con decori a rilievo in stile Art Nouveau. 

Anche i piccoli dettagli non sono da sottovalutare, come le cerniere e la chiusura del libro. 

Esistono pezzi molto curati, mi viene in mente un ciondolo libro che ha come chiusura una piccola matita al posto del più classico gancio.


img


Il pezzo che ancora non è riuscita a trovare?

Ancora non possiedo il ciondolo dedicato alla regina Vittoria, scomparsa nel 1901. 

A dire il vero non so neanche se esista, ma continuerò a cercarlo!


img

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Souvenir da polso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
A cavallo del tempo. L’arte di cavalcare dall’Antichità al Medioevo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Abscondita. Segreti svelati delle opere d’arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ambrogio Lorenzetti in Maremma. Capolavori dei territori di Grosseto e Siena
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Capolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il silenzio sulla tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Théodore Strawinsky. La trasfigurazione poetica
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ghiglia. Classico e Moderno
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Colori e forme del lavoro. Da Signorini e Fattori e Pellizza da Volpedo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Alik Cavaliere. L’universo verde
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Keith Haring “Party of Life”
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Roma città moderna. Da Nathan al Sessantotto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Alieni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Harry Potter: The Exhibition
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Star Wars is back! Una galassia di mattoncini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Easy Rider. Il mito della motocicletta come arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Epoca Fiorucci
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Motocicletta. L’architettura della velocità
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Appia Self-Portrait. Il mito dell’Appia nella fotografia d’autore
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Henri Cartier-Bresson. Landscapes/Paysages
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Suggestioni d’Italia. Dal Neorealismo al Duemila. Lo sguardo di 14 fotografi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’eredità delle Donne
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
The Florence Experiment 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
San Marino. Apre il nuovo Museo d’Arte Moderna e Contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Asta al miglior offerente 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
XLVIII Mostra Mercato Nazionale d’Antiquariato Città di Pennabilli 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Asta di Arti Decorative del '900 e Design
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un collezionista di moda - l’ armadio segreto di Francesco Campidori
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Deballage in Versilia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
"L'antico e le Dolomiti" di Cortina
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mostra Mercato Arte, Artigianato e Antichi Mestieri
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
“BYBLOS 2.0” Mostra mercato del libro antico e del ‘900, della stampa d’epoca e della cartofilia 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
42° Metting Nazionale e 29° internazionale tra Micromounters
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fiori di vetro. Dalla Collezione Bersellini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Photo 90 Val Tidone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cracking Art. Arte rigenerante
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Argillà Italia, la mostra mercato della ceramica artistica 
Leggi tutto...