I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Un Campari firmato Depero
A Venezia, fino al 2 maggio

img
Galleria Campari (particolare)

Nel 150mo anniversario di Campari (1860-2010), l’azienda omaggia i suoi consumatori con l’apertura a Sesto San Giovanni della Galleria Campari, luogo dinamico, multimediale e interattivo che racconta il percorso del marchio attraverso le espressioni dell’arte moderna e contemporanea dal 1860 ad oggi. Al piano superiore della Galleria è possibile visitare, fino al 18 giugno 2010, la mostra ‘Depero con Campari’, una personale dedicata alla produzione di Depero sia per il  futurismo, del quale è considerato uno dei massimi esponenti, sia per Campari, come autore della  comunicazione dell’azienda dal 1926 al 1936. Il suo rapporto con Campari inizia infatti nel 1926, quando l’artista espone alla Biennale di Venezia la tela Squisito al Selz dedicato a Campari: molte opere di questo straordinario artista saranno dedicate al marchio, così come a lui si deve nel 1932 la realizzazione dell’iconica bottiglia del Camparisoda ancora oggi in uso.



La mostra raccoglie una settantina di opere di cui quarantaquattro sono grafiche originali in bianco nero realizzate per il libro ‘Numero Unico Futurista’ pubblicato dall’artista trentino  in omaggio a Davide Campari; sei disegni a colori inediti e sette quadri di grande  formato provenienti da prestigiose collezioni private. Inoltre sono presentati anche progetti di design per la celebre bottiglietta del Camparisoda. Infine sono presenti anche i due ‘pupazzi tridimensionali’ segnaletici del distributore automatico di Bitter, scolpiti da Giovanni Sacchi su progetto dello stesso Depero ed il plastico realizzato per la Fiera di Milano dalle imponenti dimensioni (cm 300 x 300 x 100). Le opere esposte provengono dal Mart di Rovereto, dal Museo Bargellini di Pieve di Cento e da importanti collezioni private.  Il percorso della mostra si sviluppa sul modello del pupazzo della celebre china ‘Presi il Bitter Campari tra le nuvole’ ed è costituito da pareti che hanno forme geometriche elementari come rettangoli, cerchi e triangoli e colori primari, che diventano spazi espositivi e rappresentano un ulteriore omaggio a Depero geniale interprete del Futurismo.
img
Campari 1964 Munari (particolare)

•LA MOSTRA: “Depero con Campari” - SESTO SAN GIOVANNI (MI), Galleria Campari - fino al 18 giugno.  INFO: Tel. 02.62251  - www.campari.com

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Un francobollo, unico nel suo genere, all'asta da Catawiki
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pandolfini - Capolavori da collezioni italiane
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La mostra su Bernardino Ramazzini è visitabile online
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
WHAT’S ON alla Fondazione Merz 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
CAMBI CASA D’ASTE Confermate le prossime aste
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
PECCI ON Il Centro per l’arte contemporanea di Prato resta acceso 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uffizi On Air
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Van Gogh. I colori della vita sul web
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artissima Internazionale d'Arte Contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
RACCOLTA LERCARO Aroldo Bonzagni e il suo tempo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
MUSEO AMEDEO LIA Aggiornamenti sui canali social
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
CORONAVIRUS Annullata l’edizione 2021 di Arte Fiera
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Novità sulle aste in programma
Leggi tutto...