I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
La donna che ci ha fatto amare l'America
Una galleria di “reperti”, con le testimonianze, i souvenir di viaggio, i gioielli etnici e pop, le foto e i ricordi di una protagonista del ‘900. A Milano, Galleria Gruppo Credito Valtellinese - Refettorio delle Stelline, fino al 18 luglio 2011
img
Fernanda Pivano

“Vorrei aver scritto tre righe che la gente si ricordi”, ha detto in un’intervista del 2001 Fernanda Pivano, giornalista, saggista e traduttrice molto ammirata e amata. A dire della capacità di autocritica e di autoironia di una grande, complessa donna, tra le vere protagoniste del Novecento, per sessant’anni ponte culturale tra Italia e Stati Uniti.
Milano ricorda la scrittrice con la grande mostra “Fernanda Pivano. Viaggi, cose, persone” al Refettorio delle Stelline, fino al 18 luglio prossimo.
E di righe la Pivano ne ha scritte e tradotte molte e altre doveva scriverne quando, il 18 agosto 2009, se n’è andata a 92 anni negli spazi profumati dell’eternità, come lei stessa diceva.
Sono le righe che, dalla sua scrivania “così coperta di carte da non lasciarle spazio per appoggiare le braccia” Fernanda ha riverberato su generazioni di italiani facendo a sua volta scoprire quelle di Ernest Hemingway, Sherwood Anderson, Francis Scott Fitzgerald, William Faulkner, Gertrude Stein e, ancora, Allen Ginsberg, Jack Kerouac, Gregory Corso, William Burroughs. Una carriera letteraria iniziata nel 1943 quando per Einaudi pubblica la prima traduzione italiana di Spoon River sotto la guida di Cesare Pavese e quella di Addio alle armi, libro all’epoca proibito dal Regime per il quale finì in carcere. Ma appena riuscì ad ottenere il visto, Fernanda andò in America per conoscere di persona quei grandi autori che le avevano fatto crescere la passione per la libertà; gli stessi autori che lei stessa ha contribuito a rendere “classici” come negli anni ha fatto anche con Henry Miller e Charles Bukowski, Erica Jong, Jay McInerney e Breat Easton Ellis, tutti “adottati” da lei.

In mostra documenti originali (in parte inediti), immagini fotografiche, dattiloscritti e testi autografi di grandi scrittori. Emozionanti le poesie, le lettere - in particolare quelle mai pubblicate di Cesare Pavese - e i disegni dedicati a lei dai mostri sacri del Novecento, come le fotografie dei suoi viaggi e, in anni più recenti, i ritratti ad opera di Guido Harari. Sarà esposta anche una selezione di gioielli etnici scelti tra le migliaia da lei raccolte nella lunga serie di viaggi in giro per il mondo, dal Nord Europa agli Stati Uniti d’America, dal Giappone ai mari del Sud, dal Nord Africa a Cuba, oltre a quelli disegnati per lei da Ettore Sottsass e da Arnaldo Pomodoro, autore anche della targa del prestigioso Premio Fernanda Pivano. Ai gioielli di Pomodoro verranno affiancati una serie di gioielli pop degli anni ‘50 e ‘60, alcuni disegnati da Paco Rabanne e acquistati da Fernanda Pivano in gran parte a Parigi, a testimonianza di come sia stata donna curiosa e appassionata alle più diverse forme artistiche.


•LA MOSTRA: “Fernanda Pivano. Viaggi, cose, persone” - MILANO, Galleria Gruppo Credito Valtellinese - fino al 18 luglio - INFO: Tel. 02.48008015

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Carte da gioco. La collezione di Andrea Vietti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo da Vinci 3D
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo in Francia. Disegni di epoca francese dal Codice Atlantico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo. La Madonna Benois dalle collezioni dell’Ermitage
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’eterna musa. L’universo femminile tra ‘800 e ‘900
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Preraffaelliti. Amore e desiderio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Balla Boccioni Depero. Costruire lo spazio del Futuro
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale d’Arte 2019. 58ª Esposizione Internazionale d’Arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pensatevi liberi. Bologna Rock, 1979
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cinema in bikini. Italiani al mare: manifesti 1949-1999
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Rock’n’roll Is A State Of The Soul
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’arte del gol. Pittura, scultura, fotografia e il gioco più bello del mondo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Piccoli tasti, grandi firme. L’epoca d’oro del giornalismo italiano (1950 – 1990)
Leggi tutto...
 
i 5arte antica

L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica

Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Urania Casa d’Aste. Successo per i maestri del fumetto italiano
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo da Vinci 3D
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Aste Bolaffi. Oltre 5 milioni per le monete
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un coniglio da 91 milioni di dollari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Casa d’Aste Phillips. Orologi da record all’asta di maggio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Liu Bolin-Visible Invisible
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Anthropocene - Edward Burtynsky - Jennifer Baichwal - Nicholas de Pencier
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Roma nella camera oscura. Forografie della città dall’ottocento ad oggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
100.000 visitatori per Verrocchio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
35º Congresso Internazionale di Storia dell’Arte
Leggi tutto...