I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Una nuova stagione per la Natura Morta
Sessanta opere documentano il rinnovamento di un genere e la sua diffusione presso una committenza alto borghese milanese e lombarda
img
particolare: Emilio Longoni (Barlassina 1859-Milano 1932) Natura morta con frutta candita e caramelle. Studio dal vero, 1887 Olio su tela, 63 x 110 cm Firmato e datato in basso a destra, E. Longoni 87 Tortona, Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona

Una mostra dedicata al genere della natura morta nell’Ottocento italiano d’area settentrionale, che analizza in particolare il fenomeno del collezionismo d’epoca. E’ la proposta della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, che dal  24 settembre 2011 al 19 febbraio 2012 mette a disposizione del pubblico la sua collezione d’arte, oggi qualificato polo di studio e valorizzazione della pittura italiana tra Ottocento e Novecento.
“Da levigato particolare all’interno di una scena di genere o di un ritratto - scrive la curatrice Giovanna Ginex nel catalogo - la natura morta diventa soggetto unico del dipinto, scompigliando l’ordine e la rassicurante fissità di fiori e frutta, sparigliando gli elementi, sconvolgendo le simmetrie e abbandonando i modelli fiamminghi e Biedermeier: le ceste si aprono e ne sfuggono frutti imperfetti e maturi”.

L’esposizione intitolata La meraviglia della natura morta. 1830-1910. Dall’Accademia ai maestri del Divisionismo, presenta una selezione di circa sessanta opere di importanti artisti tra le migliori rappresentazioni del genere. Il percorso parte dal terzo decennio dell’Ottocento, quando si affermano anche in Lombardo-Veneto gli esempi di un genere artistico rinnovato dal gusto Biedermeier e dall’influenza della scuola pittorica di Lione, con dipinti di Francesco Hayez e Domenico Induno, nell’ambito milanese, mentre da Brescia giunge la pittura Francesco Inganni e Tommaso Castellini.
Nel 1863 viene creato all’Accademia di Belle Arti di Brera un nuovo corso alla Scuola di Ornato, dedicato alla decorazione e alla pittura di fiori, affidato a Luigi Scrosati: da qui deriva un ulteriore slancio al rinnovamento del genere, che va diffondendosi anche presso una committenza alto borghese e imprenditoriale milanese e lombarda desiderosa di adeguare l’arredo e le collezioni d’arte delle proprie dimore ad un raggiunto, cospicuo benessere e riconoscimento sociale. Da Brera, o comunque dal suo ambito, dall’Ateneo di Brescia e dall’Accademia Carrara di Bergamo, esce la generazione di artisti della “nuova scuola lombarda”, figlia della Scapigliatura. Il genere della natura morta rientra a pieno titolo nella produzione di Filippo Carcano, Mosè Bianchi, Eugenio Gignous, Giuseppe Barbaglia e Cesare Tallone, Gaetano Previati, Giovanni Segantini, Emilio Longoni, Giovanni Sottocornola, Giuseppe Pellizza da Volpedo. Questi artisti rinnoveranno il genere della natura morta anche dal punto di vista stilistico.
img
particolare: Giovanni Sottocornola (Milano, 1855 – 1917) Pesche, 1892 Olio su tela, 56 x 131 cm Firmato e datato in basso a sinistra, 1892 G. Sottocornola Collezione privata

•LA MOSTRA: “La meraviglia della natura morta 1830 - 1910. Dall’Accademia ai maestri del Divisionismo” - TORTONA (AL), Palazzetto medievale - dal 24 settembre al 19 febbraio 2012 - INFO: Tel. 0131.822965 - www.fondazionecrtortona.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Sassofono mania. La collezione di Sax di Attilio Berni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La luce e i silenzi: Orazio Gentileschi e la pittura caravaggesca nelle Marche del Seicento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Canova. Eterna Bellezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Pisis
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Futurismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gli anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bacon, Freud, la scuola di Londra. Opere dalla Tate
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Chirico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Libri e Manoscritti all’incanto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cha-Ching! L’arte del risparmio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artisti per Nuvolari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
69ª Borsa Scambio del giocattolo d'epoca
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mercatino di Sabbioneta (MN) il 28 e 29 settembre un’edizione straordinaria
Leggi tutto...