I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Imponenti e delicati sfondi
A 25 anni dalla loro ultima esposizione, tornano in mostra diciassette arazzi di manifattura fiamminga e fiorentina del Cinquecento e del Seicento, alla Galleria degli Uffizi

img
Particolare di : Fetonte chiede a Febo di guidare il carro del Sole – 1617 - Firenze, manifattura medicea - Cartoni: Michelangelo Cinganelli (Settignano, Firenze 1558 circa-Firenze 1635) - Tessitura in basso liccio: Guasparri Papini (Firenze ? 1540 circa-1621) - Trama: lana, seta, oro e argento dorato - Ordito: lana, 7-8 fili per cm - cm 456 x 477 - Firenze, Galleria degli Uffizi, Deposito arazzi


Gli arazzi sono opere d’arte che il tempo consuma impietoso, assai più d’altri manufatti. La luce, la polvere, la trazione conseguente all’appendimento, sono le cause principali della degenerazione del loro stato conservativo. Al pari delle opere su carta, gli arazzi (i tessuti in genere) non possono essere esibiti per lassi di tempo troppo lunghi. Pena un degrado che porta a un progressivo sbiadimento. L’esposizione degli arazzi alla Galleria degli Uffizi, fino al prossimo 3 giugno, si prefigge di far conoscere al pubblico d un settore prezioso delle sue collezioni, la cui antica e nobile fama va declinando per via di un’assenza - che dura da decenni, ormai - dai luoghi aperti ai visitatori.

Chi abbia avuto la ventura d’essere ammesso a un laboratorio di restauro d’arazzi e abbia avuto modo d’osservare da vicino il verso di quei panni, sarà rimasto sbalordito al cospetto della cromia accesa, essendo - il verso - naturalmente scampato all’ingiuria della luce, coi colori che ancora quasi si offrono alla stregua d’un tempo; e avrà anche provato sconcerto constatandone il divario col recto; divario tanto più brusco, quanto più lunga sia stata l’esposizione di quell’arazzo alla luce.  Per queste ragioni gli arazzi della Galleria degli Uffizi nel 1987 furono rimossi dai suoi corridoi, dove davvero rappresentavano un tratto d’eleganza magnifica, e furono collocati nelle stanze della riserva. E finché non saranno disponibili le sale al piano terreno dell’edificio - appositamente progettate per ospitare gli arazzi sia pure in una ragionata turnazione nel tempo - queste opere superbe rimarranno confinate in quei locali, attrezzati per la loro migliore conservazione.
La mostra espone diciassette arazzi desunti da otto serie ragguardevoli delle collezioni del museo: opere di manifattura fiamminga del Cinquecento (desunte dalle serie delle Storie di Giacobbe, delle Feste alla Corte dei Valois e delle Storie di Annibale) e panni di manifattura fiorentina del Cinquecento e del Seicento (da quelli devozionali del ciclo del Salviati, dalle serie delle Storie fiorentine, delle Cacce, della Passione di Cristo e delle Storie di Fetonte), oltre a due Portiere con stemmi medicei
 
img
Particolare di : Caccia al lupo con le tele - 1574-1575 - Firenze, manifattura medicea - Disegno e cartone: Giovanni Stradano (Bruges 1523-Firenze 1605) - Tessitura in basso liccio: Benedetto Squilli (Firenze, attivo dal 1555 al 1588) - Trama: lana - Ordito: lana, 8 fili per cm - cm 379 x 761 - Firenze, Galleria degli Uffizi, Deposito arazzi

 •LA MOSTRA: “La Galleria degli Arazzi. Epifanie di tessuti preziosi” - FIRENZE, Galleria degli Uffizi - fino al 3 giugno - INFO: Tel.  055.290383


 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Sassofono mania. La collezione di Sax di Attilio Berni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La luce e i silenzi: Orazio Gentileschi e la pittura caravaggesca nelle Marche del Seicento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Canova. Eterna Bellezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Pisis
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Futurismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gli anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bacon, Freud, la scuola di Londra. Opere dalla Tate
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Chirico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Libri e Manoscritti all’incanto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cha-Ching! L’arte del risparmio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artisti per Nuvolari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
69ª Borsa Scambio del giocattolo d'epoca
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mercatino di Sabbioneta (MN) il 28 e 29 settembre un’edizione straordinaria
Leggi tutto...