I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Terra infinita

Miti e immagini della terra nell’antichità. Al Colosseo, fino all’11 ottobre 2015 


img
Particolare di: Lastra Campana di sima con Cerere da Roma, Cinecittà, Centro Sperimentale di Cinematografia - terracotta; alt. cm 28, largh. cm 46, spess. cm 8 Roma, Museo Nazionale Romano, Palazzo Massimo alle Terme, inv. 121313 © Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma

“Terra molteplice, Terra infinita. È da lei che ogni vita germoglia, essa è artefice di tutto così come di tutto segna la fine. Per questo, nella mitologia antica, alla Terra viene attribuito un ruolo che nessun’altra forza primordiale possiede. Origine del Cosmo e degli dèi, madre generatrice di ogni bontà e ricchezza ma, nello stesso tempo, spazio infero e buio, in cui il basso occupa il posto dell’alto, le tenebre quello della luce, la morte quello della vita”. Con queste parole Maurizio Bettini introduce a una vera e propria esplorazione della Terra, uno dei miti più arcaici e complessi della storia dell’umanità. Esplorare la Terra degli antichi significa muovere dalle enigmatiche statuette della preistoria



Ad aprire la rassegna Volti, miti e immagini della terra nel mondo antico, al Colosseo fino al prossimo 11 ottobre 2015, è infatti una densa selezione di figurine in terracotta, marmo bianco, calcare, serpentino tra cui spiccano le cosiddette Venere del Trasimeno e Marmotta dalle forme arrotondate, e risalenti rispettivamente al paleolitico superiore e al neolitico antico, eccezionali prestiti dal Museo Pigorini di Roma. Altrettanto affascinanti i geometrici profili delle statuette femminili della collezione Goulandris, dal Museo dell’Arte Cicladica di Atene, databili tra il 3200 e il 2300 a.C


img
Particolare di: Rilievo con scena di aratura da Aquileia - marmo; alt. cm 44, lungh. cm 98, prof. cm 6-8 - inizi del I secolo d.C. Aquileia, Museo Archeologico Nazionale, inv. 84725 Soprintendenza Archeologia del Friuli Venezia Giulia, Archivio fotografico


Il percorso procede quindi con la contemplazione delle immagini che illustrano la genealogia degli dèi Greci. Proviene dall’Antikensammlungen di Monaco di Baviera il vaso attico a figure rosse firmato dal pittore Hermonax, in cui è raffigurata Atena che riceve Eretteo da Gaia. Si tratta di un capolavoro datato 470 a.C. e il riferimento è da ricercarsi nella Teogonia di Esiodo. Si seguono poi i vagabondaggi di Demetra, dea delle messi, di cui è esposta la bella statua in calcare di epoca gallo-romana che raffigura la dea madre con il grembo pieno di frutti, dal Museo di Alésia, in Francia. Bella anche la testa di Cerere dal Museo di Antichità di Torino.
Dalla Terra solare e fruttifera si viaggia verso quella del sottosuolo. Rappresentata, quest’ultima, dal rilievo marmoreo proveniente dai Musei Capitolini dove si legge l’immagine di Ade, o dal lekythos dal delicato disegno su fondo bianco con l’immagine di Hermes, dall’Antikensammlungen di Monaco di Baviera.
Ma la Terra è anche il sogno, come canta un coro della Ifigenia in Tauride di Euripide (V a. C.): un giorno Chthon, la Terra, per sottrarre ad Apollo il monopolio della divinazione, generò i fantasmi dei sogni, capaci di svelare all’uomo gli eventi passati, presenti, futuri. A illustrarlo il magnifico cratere apulo a volute del pittore di Baltimora che rappresenta Anfiarao, indovino della città di Argo, al cospetto di Ade. Il prestito, davvero eccezionale per fattura e ricchezza iconografica, è stato concesso dall’Antikenmuseen di Basilea.

img
Triade delle Dee madri dall’oppidum di Verault - calcare; alt. cm 40, largh. cm 43, prof. cm 17 - I-III secolo d.C. Châtillon sur Seine, Musée du Pays Châtillonnais, Trésor de Vix, inv. 894.56.01 Musee du Pays Chatillonnais, Chatillonsur- Seine


Dopo il viaggio nel sottosuolo si risale infine alla luce, sulla superficie terrestre. E un’ampia sezione della rassegna ricorda come a Roma la terra della Città sono gli uomini stessi a crearla, zolla su zolla, seguendo il solco dell’aratro condotto dal fondatore. 

La mostra comprende anche una serie di grandi immagini fotografiche in bianco e nero e a colori di importanti autori italiani contemporanei. 

Sono immagini di paesaggi naturali totalmente privi di presenza umana che, poste accanto ai reperti archeologici, narrano l’antichità e la sacralità della terra e la magica importanza delle materie di cui essa si compone


•LA MOSTRA:  “Terra Antica. Volti, miti e immagini della terra nel mondo antico” - ROMA,  Colosseo - fino all’11 ottobre - INFO: 06.77400922




 
 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Sassofono mania. La collezione di Sax di Attilio Berni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La luce e i silenzi: Orazio Gentileschi e la pittura caravaggesca nelle Marche del Seicento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Canova. Eterna Bellezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Pisis
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Futurismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gli anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bacon, Freud, la scuola di Londra. Opere dalla Tate
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Chirico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Libri e Manoscritti all’incanto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cha-Ching! L’arte del risparmio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artisti per Nuvolari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
69ª Borsa Scambio del giocattolo d'epoca
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mercatino di Sabbioneta (MN) il 28 e 29 settembre un’edizione straordinaria
Leggi tutto...