I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La storia secondo Matilda

A Firenze, Casa Buonarroti, fino al 10 ottobre 2016


img
Particolare di: Promessa di non molestare il monastero di San Michele di Marturi, in relazione alle terre poste a Papaiano (Decisione di Borgo Marturi) - marzo 1075 pergamena, mm 400x275 - Firenze, Archivio di Stato, Diplomatico, Normali, 1075 marzo, Firenze, San Giovanni Battista detto di Bonifazio (ospedale)

Nella ricorrenza del nono centenario della morte di Matilda di Canossa (1046-1115), una mostra a Firenze, Casa Buonarroti, si propone di illustrare gli eventi della lunga vita di questa straordinaria figura di donna. Non a caso fa da sempre parte dell’immaginario collettivo la storica “Umiliazione di Canossa” (1077), quando l’imperatore Enrico IV restò in lunga attesa, inginocchiato e a piedi nudi nella neve sotto la residenza della “Grancontessa”, per implorare il perdono del papa Gregorio VII, alleato di Matilda. Pannelli raffiguranti i paesaggi interessati aiuteranno a rintracciare le vie che condussero i tre protagonisti in cima a quella montagna, e riporteranno il visitatore ai decenni bellicosi che seguirono, fino alla vittoria della Contessa.
E’ significativo che l’espositiva dedicata a Matilda nell’occasione del suo nono centenario si svolga a Firenze, città a lei molto cara, dove abitò dagli otto ai ventidue anni e dove nel 1078 fece costruire la “cerchia antica” delle mura fiorentine di dantesca memoria



La fama di Matilda dovette contagiare anche Michelangelo: lo dimostra l’incipit della Vita di Michelagnolo Buonarroti di Ascanio Condivi, presente in mostra nella sua edizione originale del 1553: “Michelagnolo Buonarroti, pittore e scultore singulare, ebbe l’origin sua da’ conti da Canossa, nobile e illustre famiglia del territorio di Reggio sì per virtù propria e antichità, sì per aver fatto parentado col sangue imperiale…” Questa discendenza è una leggenda, probabilmente familiare, alla quale Michelangelo volle sempre prestar fede, convincendo non pochi tra i suoi contemporanei, tra i quali non a caso il conte Alessandro di Canossa, che in una lettera a Michelangelo dell’ottobre 1520, proveniente dalla British Library di Londra e presente in mostra, poteva definire l’artista fin dall’indirizzo “parente honorando”. 

img
Particolare di: Bolla di papa Gregorio VII, di conferma di privilegi e protezione al monastero di Santa Felicita 1077 pergamena, mm 640x435 Firenze, Archivio di Stato, Diplomatico, Normali, 1077, Firenze, Santa Felicita (benedettine)


L’esposizione vuole anche dimostrare quanto Matilda sia ricordata ancor oggi, non solo negli amati luoghi canossiani, ma anche nelle città dove aveva donato fondi e terreni per la costruzione e il rinnovamento di quelle che sono passate alla storia come le “cento chiese”, tra cui Lucca, Mantova, Pisa, Volterra e Modena, quest’ultima con le famose sculture di Wiligelmo (visibili in mostra). Teologi, giuristi, clerici e almeno un poeta - il monaco Donizone, suo biografo - frequentarono la corte di Matilda, certamente la più importante nel suo vasto territorio che si estese dal Tirreno all’Adriatico, da Mantova a nord fino a Tarquinia a sud. A Canossa, Matilda creò un’officina di artigiani, scribi e miniatori. Lo testimoniano in mostra alcuni pregevoli esempi, tra i quali uno Psalterium Davidicum cum canticis, databile 1090-1100, e le Orationes sive meditationes di Anselmo d’Aosta, contenenti un ritratto della Contessa. La vitalità della corte matildica è dimostrata tra l’altro dalla splendida Croce astile in oro, cristalli e gemme proveniente dal Museo Civico di Modena. Si potranno dunque ammirare circa quaranta tra capolavori dell’arte medioevale e documenti originali prestati da musei e istituzioni italiani e stranieri; antiche miniature contenute in manoscritti dell’epoca, ma anche opere più vicine ai nostri tempi, come il bozzetto per la tomba della Contessa in San Pietro, una deliziosa statuetta del Bernini raffigurante la nostra protagonista.


img
Particolare di: Croce astile del capitolo di Volterra - seconda metà del XII secolo - bronzo fuso inciso, punzonato e dorato Volterra, Museo Diocesano d’Arte sacra

•LA MOSTRA:  “Matilda di Canossa (1046 - 1115) la donna che mutò il corso della storia” - FIRENZE, Casa Buonarroti - fino al 10 ottobre - INFO: 055.241752 - www.casabuonarroti.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Sassofono mania. La collezione di Sax di Attilio Berni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La luce e i silenzi: Orazio Gentileschi e la pittura caravaggesca nelle Marche del Seicento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Canova. Eterna Bellezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Pisis
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Futurismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gli anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bacon, Freud, la scuola di Londra. Opere dalla Tate
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
De Chirico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Libri e Manoscritti all’incanto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cha-Ching! L’arte del risparmio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artisti per Nuvolari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
69ª Borsa Scambio del giocattolo d'epoca
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mercatino di Sabbioneta (MN) il 28 e 29 settembre un’edizione straordinaria
Leggi tutto...