I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Il gesto ispirato dell’artista

Palazzo Cipolla di Roma presenta al pubblico la mostra personale dedicata al lavoro dell’artista francese naturalizzato americano. Le opere di Arman tornano in Italia dopo più di quindici anni dall’ultima antologica, arricchite della presenza dei più recenti lavori monumentalia


img
PARTICOLARE DI: Stegosaurus Plierus, 1978 - Accumulazione di chiavi inglesi in bronzo saldate tra loro e alla base - 55,9 x 82,6 x 29,9 cm


“Arman 1954-2005”, a cura di Germano Celant, consiste in un’ampia retrospettiva sul lavoro dell’artista francese naturalizzato americano, dove saranno presentate circa settanta opere dagli esordi negli anni cinquanta ai primi anni del duemila. Il percorso à rebours negli spazi di Palazzo Cipolla punta a ricostruire la ricca poetica che Arman ha attuato nel corso di cinquant’anni di attività, lavorando intensamente sia per serie sia con opere singole alla costruzione di un corpus articolato tra pittura e scultura, assemblage e ready-made, senza dimenticare il disegno e l’azione.



L’elaborazione delle idee di raccolta e collezione è presente sia nei Cachets, in cui l’artista fa uso di obliterazioni con timbri a inchiostro misti a interventi pittorici, sia nelle Accumulations di oggetti e utensili. A opere delle serie Poubelles e Inclusions – sia in cemento sia in resina – sono affidate invece le riflessioni  sul concetto di scarto o resto, anche nella sua forma archeologica.
Altrove, come nelle Colères o Rages degli anni sessanta, o nei recenti Sandwich Combo, della fine dei novanta, Arman esplora l’annullamento della funzionalità di un oggetto attraverso la sua scomposizione o distruzione. L’atto di rendere disfunzionale uno strumento d’uso può avvenire sia mediante la sua demolizione sia tramite interventi di ibridazione tra due soggetti - come un frigorifero e un carrello della spesa, Du Producteur au Consommateur, 1997, o un pianoforte e un letto a baldacchino, Eine Klein Nacht Musik, 2000.
Le opere di Arman tornano in Italia dopo più di quindici anni dall’ultima antologica a lui dedicata, arricchite della presenza dei più recenti lavori monumentali, a mostrare l’ironia del suo muoversi nella contemporaneità, con lo straordinario eclettismo nell’uso di diversi media e la curiosità sempre rinnovata per le differenti sperimentazioni artistiche.
Arman si muove come un “archeologo del futuro” o un testimone delle diverse epoche che ha attraversato.

•LA MOSTRA: “Arman 1954-2005” - ROMA, Palazzo Cipolla - dal 5 maggio al 23 luglio - INFO: Tel. 06 22761260 - www.mostraarman.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La collezione di scatolette alimentari di Paolo Stefanato
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Colosseo. Un’icona
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del settecento europeo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Baldassarre Orsini tra arte e scienza (1732-1810)
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Spartaco. Schiavi e padroni a Roma
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Rinascimento segreto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Attorno a Tiziano. L’annuncio e la luce verso il contemporaneo. Garofalo, Canova, Fontana, Flavin
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro. La collezione riunita
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Aeropittura. La seduzione del vero
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Venti Futuristi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
New York New York. Arte Italiana: la riscoperta dell’America
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Botero
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Arman 1954-2005
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Adrian Paci. The Guardians
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Dario Fo e Franca Rame. Il mestiere del narratore
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Wow Gilles! Villeneuve. Il mito che non muore
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Totò Genio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cabinet of Curiosities La Collezione Storp
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La fabbrica della bellezza. La manifattura Ginori e il suo popolo di statue
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Serenissime trame. Tappeti dalla collezione Zaleski e dipinti del Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Chapeau! Il cappello tra arte e moda
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’offensiva di carta. La Grande Guerra illustrata, dalla collezione Luxardo al fumetto contemporaneo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Musica della Storia d’Italia 1920 – 1945. Da Giovinezza a Bella ciao, da Turandot a Mamma mi piace il ritmo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giammaria Buccellati. Capolavori d’arte orafa
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un te’ con Elisabetta II
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
57ª Biennale di Venezia. Viva arte viva
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
MUNACS. Un tesoro numismatico al Museo
Leggi tutto...
 
arte antica
Nascono i nuovi Archivi sugli  “Italiens De Paris”
Leggi tutto...