I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Antiqua 2018

A Genova nove giorni dedicati agli appassionati di alto antiquariato e di arte classica. Una rete di importanti collaborazioni per conoscere il patrimonio culturale della città e scoprire tesori nascosti


img
PARTICOLARE della passata edizione

Parte da una selezionata e prestigiosa sezione espositiva e, grazie a una rete di importanti collaborazioni, diventa un’esperienza a 360° nel mondo dell’alto antiquariato e del patrimonio culturale di Genova, l’edizione 2018 di Antiqua. La mostra – in programma nel padiglione Jean Nouvel del quartiere fieristico dal 20 al 28 gennaio – organizzata, per la prima volta, direttamente da Fiera di Genova, è stata presentata oggi a Palazzo Senarega, sede del Politecnico delle Arti, la nuova realtà formata dall’Accademia Ligustica di Belle Arti e il Conservatorio Niccolò Paganini.

img
PARTICOLARE della passata edizione

Arredi, dipinti, gioielli, tappeti e oggetti da collezione: la qualità ad Antiqua 2018, sarà assicurata dalla partecipazione dei migliori antiquari liguri e italiani e messa in luce dall’attività della Commissione degli esperti, tra loro il curatore del Museo dell’Accademia Ligustica Giulio Sommariva, il direttore del Museo di Palazzo Reale Serena Bertolucci e la storica dell’arte Paola Costa Calcagno, che sceglieranno e segnaleranno unicità e particolarità presenti in mostra.
Grazie al Veteran Car Club Ligure l’allestimento di Antiqua, nuovo nella progettazione e nei colori, rosso purpureo e grigio, sarà arricchito da alcune rare auto d’epoca, scelte tra gli esemplari più apprezzati e attesi dagli appassionati.

img
PARTICOLARE della passata edizione

La partnership con Banca Carige rappresenterà un’occasione per scoprire autentici tesori della tradizione ligure. Dalla sede di via Cassa di Risparmio arriveranno, ottenuto il benestare della Soprintendenza dei Beni Artistici e Paesaggistici della Liguria, quattro tele della scuola ligure del ‘600, il “Transito di San Giuseppe” e “San Giuseppe confortato da un angelo musico” di Gioacchino Assereto, l’“Ecce homo” di Giacomo De Ferrari e l’”Ecce homo” di Valerio Castello. Si potrà poi ammirare ad Antiqua una selezione della preziosa collezione numismatica della Banca, oltre centotrenta monete coniate dalla Zecca della Repubblica di Genova nell’arco dei sette secoli della sua esistenza, a partire dal 1139.
Il collegamento tra Antiqua e il mondo dell’alta formazione si svilupperà quest’anno grazie a un rinnovato legame con il nascente Politecnico dell’arti: didattica dal vivo con un programma – in corso di definizione – di lezioni e concerti con richiami al mondo dell’automobile e della velocità.

img
PARTICOLARE della passata edizione

Con “I tè delle cinque” Antiqua 2018 apre una nuova strada nel rapporto tra la mostra e il mondo dell’arte. Il calendario degli incontri, conversazioni con autorevoli esperti alle quali farà seguito una degustazione presentata da Poldo Ricevimenti con assortimento di pasticceria, si dipanerà tra vari argomenti: dal tema del jeans nell’arte ligure, alle realizzazioni di Michele Canzio agli approfondimenti sulle mostre dedicate a Rubaldo Merello in programma a Palazzo Ducale fino al 4 febbraio e alla Lanterna, in programma anch’essa fino al 4 febbraio, a Palazzo Reale. Si parlerà poi dell’importanza della diagnostica nei beni culturali, dalle tecniche di datazione alla possibilità di verificare l’area di provenienza e l’autenticità delle opere d’arte. Tra i relatori de “I tè delle cinque” il direttore di Palazzo Reale Simona Bertolucci, il conservatore del Museo Dell’Accademia Ligustica Giulio Sommariva, il curatore della Wolfsoniana Gianni Franzone, la storica dell’arte Andreana Serra Curatore Collezione Topografica e Cartografica del Comune di Genova e la restauratrice Michela Fasce.

img
PARTICOLARE della passata edizione

La rete con le più importanti istituzioni culturali cittadine consentirà ai visitatori della manifestazione di usufruire, presentando il biglietto di Antiqua, di tariffe scontate per l’ingresso al Museo di Palazzo Reale, al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti e nei Musei Civici. Villa Durazzo Pallavicini, recentemente insignita del titolo di Parco più bello d’Italia nella categoria parchi pubblici, sarà aperta nei due fine settimana di Antiqua, il 20 e 21, il 27 e il 28 gennaio, i visitatori di Antiqua usufruiranno della tariffa riservata ai residenti. In accordo con il Comune, Villa Durazzo Pallavicini e Fiera di Genova intraprenderanno il percorso autorizzativo per portare ad Antiqua i cuscini di maiolica dipinta del lago grande della Villa, modellati con la forma di tre cuscini sovrapposti e decorati da un ricco repertorio di motivi vegetali, fiori, scene mitologiche o di paesaggio creati con una straordinaria policromia, fatti realizzare dal marchese Ignazio Alessandro Pallavicini. Allo studio iniziative, anche musicali in sinergia con il Conservatorio, legate al tema del giardino.

img
PARTICOLARE della passata edizione

•LA MOSTRA MERCATO: “Antiqua 2018. Mostra Mercato di Arte Antica” - GENOVA, Padiglione Jean Nouvel delle Fiere di Genova - dal 20 al 28 gennaio 2018 - INFO: Tel. 010.5391.340 - www.antiquagenova.it
 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Carte da gioco. La collezione di Andrea Vietti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo da Vinci 3D
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo in Francia. Disegni di epoca francese dal Codice Atlantico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo. La Madonna Benois dalle collezioni dell’Ermitage
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’eterna musa. L’universo femminile tra ‘800 e ‘900
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Preraffaelliti. Amore e desiderio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Balla Boccioni Depero. Costruire lo spazio del Futuro
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fortunato Depero. Dal sogno futurista al segno pubblicitario
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Biennale d’Arte 2019. 58ª Esposizione Internazionale d’Arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pensatevi liberi. Bologna Rock, 1979
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cinema in bikini. Italiani al mare: manifesti 1949-1999
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Rock’n’roll Is A State Of The Soul
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’arte del gol. Pittura, scultura, fotografia e il gioco più bello del mondo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Piccoli tasti, grandi firme. L’epoca d’oro del giornalismo italiano (1950 – 1990)
Leggi tutto...
 
i 5arte antica

L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica

Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Urania Casa d’Aste. Successo per i maestri del fumetto italiano
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo da Vinci 3D
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Aste Bolaffi. Oltre 5 milioni per le monete
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un coniglio da 91 milioni di dollari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Casa d’Aste Phillips. Orologi da record all’asta di maggio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Liu Bolin-Visible Invisible
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Anthropocene - Edward Burtynsky - Jennifer Baichwal - Nicholas de Pencier
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Roma nella camera oscura. Forografie della città dall’ottocento ad oggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
100.000 visitatori per Verrocchio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
35º Congresso Internazionale di Storia dell’Arte
Leggi tutto...