I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

“Il più grande acquarellista dell’età vittoriana”

John Ruskin “torna” a Venezia. Per la prima volta in Italia, un evento internazionale punta i riflettori su Ruskin-artista e sul suo rapporto con la città lagunare. A Venezia, Palazzo Ducale fino al 10 giugno 2018


img
Particolare di: Joseph Mallord William Turner - Venezia, Punta della Dogana e Santa Maria della Salute, 1843 Olio su tela, 62 x 93 cm The National Gallery of Art, Washington Given in memory of Governor Alvan T. Fuller by The Fuller Foundation, Inc.

Cosa sarebbe il mito di Venezia senza John Ruskin, cantore della bellezza eterna della città, tanto più affascinante ed estrema perché colta nella sua decadenza?
 Personaggio centrale nel panorama artistico internazionale del XIX secolo, scrittore, pittore e critico d’arte, l’inglese John Ruskin (1819-1900) ebbe un legame fortissimo con la città lagunare, alla quale dedicò la sua opera letteraria più nota,  “Le pietre di Venezia”: uno studio della sua architettura, sondata e descritta nei particolari più minuti, e un inno alla bellezza, all’unicità ma anche alla fragilità di questa città.



Ruskin, ammirato da Tolstoj e da Proust, capace di influenzare fortemente l’estetica del tempo con la sua interpretazione dell’arte e dell’architettura, torna ora a Venezia nei luoghi della sua ispirazione; torna a Palazzo Ducale, edificio emblematico che egli esplorò a lungo da angolazioni diverse: taccuini, acquarelli, rilievi architettonici, calchi in gesso, albumine, platinotipi. Ad ospitarlo è la sequenza di sale e loggiati tante volte raffigurati, ove la scenografia di Pier Luigi Pizzi dà risalto alle presenze architettoniche e scultoree della Venezia gotica e bizantina, medievale e anticlassica che egli tanto amava e che desiderava preservare dall’oblio.

img
Particolare di: John Ruskin - Venezia, Diga Marittima - Matita, acquerello su carta, 298 x 491 mm - Ruskin Foundation (Ruskin Library, Lancaster University), Lancaster © Ruskin Foundation, Lancaster

La mostra fa una scelta e, non potendo dare conto della complessità di Ruskin e del suo genio versatile in tanti e diversi campi, si focalizza sull’artista, articolandosi attorno a cento sue opere che ne documentano la vocazione a tradurre in immagini la realtà, fissando su migliaia di fogli, a penna e acquarello, il suo “instancabile tentativo di comprendere il mondo”. Si tratta eccezionalmente di prestiti tutti internazionali – un grande merito dell’esposizione - considerato che i musei italiani non custodiscono sui lavori. “Lo sguardo colorato di Ruskin – scrive la curatrice Anna Ottani Cavina – sarà una rivelazione per il pubblico italiano, poiché è lui il più grande acquarellista dell’età vittoriana”.


img
Particolare di: John Ruskin - Venezia, Diga Marittima - Matita, acquerello su carta, 298 x 491 mm - Ruskin Foundation (Ruskin Library, Lancaster University), Lancaster © Ruskin Foundation, Lancaster

•LA MOSTRA: “John Ruskin. Le Pietre di Venezia” - VENEZIA, Palazzo Ducale - Appartamento del Doge - fino al 10 giugno - INFO: tel. 041.2715911 - http://palazzoducale.visitmuve.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La mia Africa. La collezione di Adolfo Bartolomucci
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo da Vinci. Anatomie: macchine, uomo, natura
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Piero della Francesca. La seduzione delle prospettiva
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tutta l’Umbria una mostra
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Capolavori a confronto. Bellini/Mantegna. Presentazione di Gesù al Tempio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Nettuno: architetto delle acque. Bologna, l’acqua per la città tra Medioevo e Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Savia non fui. Dante e Sapìa fra letteratura e arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Viaggio in Italia. I paesaggi dell’ottocento dai Macchiaioli a Simbolisti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
1948: la Biennale di Peggy Guggenheim
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
John Ruskin. Le Pietre di Venezia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cows by the water. Albert Oehlen
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Una collezione italiana. Opere dalla Collezione Merlini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
México. La pittura dei grandi muralisti e gli scatti di vita di Diego Rivera e Frida Kahlo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gli anni della Lira. Duecento anni di storia e di costume
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sovrane eleganze. Residenze Sabaude tra arte e moda
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Man Ray. Wonderful visions
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Albert Watson Fashion, Portrait & Landscape
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
W. Eugene Smith. Pittsburgh. Ritratto di una città industriale
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fondazione Prada. Inaugurata la Torre di Koolhaas
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fo.To - Fotografi a Torino
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un portale per i collezionisti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La Villa dei Mosaici di Spello
Leggi tutto...