I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Avanguardie surrealiste dal Centre Pompidou

DA MAGRITTE A DUCHAMP  90 capolavori pittorici, sculture e oggetti provenienti dalla più importante istituzione europea dedicata al ‘900. A Pisa, Palazzo BLU, dall’11  Ottobre 2018 al 17 Febbraio 2019


img
PARTICOLARE DI: Marcel Duchamp - L.H.O.O.Q. - 1930 - Grafite su supporto fotografico - 61,5 x 49,5 cm; immagine 48 x 33 cm - Collection Centre Pompidou, Paris Musée national d’art moderne - Centre de création industrielle - Copyright: © Succession Marcel Duchamp, by SIAE 2018

“La Gioconda è così universalmente nota e ammirata da tutti che sono stato molto tentato di utilizzarla per dare scandalo. Ho cercato di rendere quei baffi davvero artistici.”
Marcel Duchamp


L’11 ottobre 2018 aprirà al pubblico la mostra “da MAGRITTE a DUCHAMP. 1929: il Grande Surrealismo dal Centre Pompidou”. Per la prima volta in Italia, l’istituzione francese presterà una serie di capolavori di cui difficilmente si priva, essendo esposti nella collezione permanente di quella che è la più importante istituzione europea dedicata all’arte del Novecento.. 



Sono circa 90 le opere, tra capolavori pittorici, sculture, oggetti surrealisti, disegni, collage, installazioni e fotografie d’autore in arrivo a Pisa per mostrare la straordinaria avventura dell’avanguardia surrealista, attraverso i capolavori prodotti al suo apogeo e dunque intorno all’anno 1929, come vedremo, un’annata cruciale per il gruppo di artisti che in quegli anni operava in quella Parigi fucina delle Avanguardie e capitale dello sviluppo artistico mondiale. Anno catastrofico per la memoria collettiva (crollo dell’economia, crisi dell’Internazionale comunista etc.), il 1929 segna anche una svolta decisiva nella storia del Surrealismo.
In quell’ anno il teorico del movimento André Breton e il poeta Louis Aragon cercano di modificare il movimento dalle sue fondamenta teoriche. Questo nuovo approccio non trova tutti i membri d’accordo e sembra creare una insanabile frattura all’interno del gruppo stesso. Nonostante queste lacerazioni interne, la vitalità del movimento resta intatta. L’arte surrealista sembra più che mai affermarsi.

img
PARTICOLARE DI: René Magritte - Le modèle rouge - 1935 - Olio su tela applicato su cartone - 56 x 46 cm - Collection Centre Pompidou, Paris Musée national d’art moderne - Centre de création industrielle - Copyright: © René Magritte, by SIAE 2018

A dicembre, sulla rivista “Révolution Surréaliste”, André Breton pubblica il Secondo manifesto surrealista che sancisce l’allineamento al Partito comunista francese e imprime al movimento la nuova svolta “ragionante”.
Attraverso la quasi totalità dei capolavori surrealisti conservati dall’istituzione francese di René Magritte, Salvador Dalí, Marcel Duchamp, Max Ernst, Giorgio De Chirico, Alberto Giacometti, Man Ray, Joan Miró, Yves Tanguy, Pablo Picasso e molti altri, questo ambizioso progetto scientifico mira a presentare le opere, le interazioni, le visioni estetiche dei principali artisti surrealisti considerati per antonomasia tra i più grandi Maestri del Novecento.
Magritte, Dalí ma anche Duchamp e Picasso appaiono quali i protagonisti indiscussi della rassegna pisana a cui si aggiungono diversi altri celebri surrealisti per una presentazione esaustiva di questa ricca stagione creativa.


img
PARTICOLARE DI: Salvador Dalí - Objet scatologique à fonctionnement symbolique (Le Soulier de Gala) - 1931 / 1973 - Scarpa di pelle, legno, filo, carta e oggetti diversi - 49 x 28 x 9 cm - Collection Centre Pompidou, Paris Musée national d’art moderne - Centre de création industrielle - Copyright: © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dali, by SIAE 2018

•LA MOSTRA: “Da Magritte a Duchamp 1929: Il Grande Surrealismo dal Centre Pompidou” - PISA, Palazzo Blu - dall’11 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 - INFO: tel. 050.2204650 - www.surrealismopisa.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
I preziosi e antichi esemplari di tsuba della collezione di Gethin Evans
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
“Tintoretto 1519-1594” e “Il giovane Tintoretto”
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Da Tiziano a Van Dyck. Il volto del ‘500
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Berengario da Carpi. Il medico del Rinascimento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Printing R-Evolution 1450-1500. I cinquant’anni che hanno cambiato l’Europa
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Meravigliose Avventure. Racconti di viaggiatori del passato
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carlo Carrà
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Courbet e la natura
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Arte e Magia. Esoterismi nella pittura europea dal Simbolismo alle Avanguardie Storiche
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Da Magritte a Duchamp 1929: Il Grande Surrealismo dal Centre Pompidou
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Marina Abramović. The Cleaner
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Warhol&Friends. New York negli anni ‘80
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un’estate di aste
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ferrari F12TdF “Special Edition” in asta
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Storie di Moda. Campari e lo stile
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Vero o falso? Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza”
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pixar. 30 anni di animazione
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Willy Ronis. Fotografie 1934 - 1998
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ferdinando Scianna. Il viaggio il racconto la memoria
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giocattoli del Novecento alla Fiera di Verona
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mercanteinfiera a Parma. Dove l’insolito fa rima con lo stile
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carta Canta a Reggio Emilia
Leggi tutto...