I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

DANTE Per seguir virtute e conoscenza

Da Firenze a Ravenna, mostre ed eventi dedicati al Sommo Poeta nei 700 anni dalla morte


img


700 anni fa moriva Dante Alighieri, simbolo e icona della cultura italiana nel mondo e geniale creatore della Divina Commedia. In tutta Italia entrano nel vivo le celebrazioni per l’anniversario con numerosi progetti di alto valore culturale e scientifico che vedranno il Sommo Poeta protagonista, realizzati in diverse città, da Firenze, che gli diede i natali, a Ravenna, suo “ultimo rifugio”.

A Firenze è completamente virtuale il progetto degli Uffizi: si tratta della grande mostra “A riveder le stelle”, che presenta sul sito del museo fiorentino tutti i disegni di Federico Zuccari per la Divina Commedia, per la prima volta digitalizzati in alta definizione. Gli 88 fogli realizzati alla fine del Cinquecento da Zuccari costituiscono la più imponente compagine illustrativa della Commedia realizzata prima dell’800: un patrimonio prezioso, ora visibile in un percorso a tappe in grado di farlo ammirare nella sua interezza ed in ogni dettaglio.


img

Al Museo Nazionale del Bargello, uno dei luoghi danteschi per eccellenza a Firenze (negli affreschi della Cappella è custodito il più antico ritratto di Dante) due saranno i progetti dedicati all’Alighieri: articolata in 6 sezioni e con livelli di lettura differenziati - adatti agli studiosi ma anche ai ragazzi delle scuole - “Onorevole e antico cittadino di Firenze. Il Bargello per Dante” (23 marzo - 25 luglio) offre l’opportunità di esplorare il rapporto tra Firenze, l’Alighieri e la sua opera nella prima metà del Trecento attraverso prestiti di manoscritti e dipinti, tutti lavori realizzati da artefici, copisti, commentatori, miniatori e lettori della Commedia intorno all’anno 1337.

Dal 23 settembre (fino al 9 gennaio 2022), il secondo progetto espositivo, dal titolo “La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista”, attraverso una selezione di opere, dalle correnti naturaliste agli influssi europei del Simbolismo, la mostra illustra la complessa percezione della figura di Dante e della Divina Commedia nel contesto letterario tra Otto e Novecento.


img

A Ravenna, oltre alla mostra “Inclusa est flamma”, prima delle tre grandi mostre riunite sotto il logo “Dante. Gli occhi e la mente”, in stretta collaborazione con gli Uffizi, già inaugurata, poi bloccata dalla pandemia e prorogata fino a luglio alla Biblioteca Classense (che ripercorre VI centenario dantesco del 1921), arriva alla Chiesa di San Romualdo, dal 24 aprile al 4 luglio, “Le Arti al tempo dell’esilio”.
Nella mostra trovano posto capolavori assoluti, opere che Dante ebbe occasione di ammirare nel suo lungo peregrinare per l’Italia, mentre era in esilio.

img

Riaprirà anche “Dante nell’arte dell’Ottocento. Un’esposizione degli Uffizi a Ravenna”, progetto speciale in collaborazione con il museo fiorentino che concede in prestito un nucleo di opere d’arte ottocentesche per gli spazi di Casa Dante di Ravenna.
La fortuna popolare di Dante, dal testo alle immagini, tra libri, film, fumetti e cartoni animati, persino videogiochi; e poi, in parallelo, un percorso d’arte contemporanea: è questo infine il doppio binario della mostra “Un’epopea Pop”, al Mar-Museo d’Arte della città di Ravenna dall’11 settembre al 9 gennaio 2022, terza mostra di “Dante. Gli occhi e la mente”.
Ai Musei di San Domenico di Forlì, dal 12 marzo al 4 luglio arriva “Dante. La visione dell’arte”, dove si documenta la lettura che nei diversi periodi storici è stata data dell’arte di Dante e delle sue opere: tra i capolavori presenti, il ritratto dell’Alighieri e quello di Farinata degli Uberti di Andrea del Castagno nonché un disegno di Michelangelo che ritrae un dannato nell’Inferno della Divina Commedia.
“Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona” è il titolo della mostra diffusa allestita a Verona con un nucleo centrale alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti e in altri luoghi del centro cittadino. In programma dal 23 aprile al 3 ottobre, il progetto espositivo affronta attraverso una selezione di opere due temi principali, coprendo un arco temporale che dal ‘300 arriva all’800.

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tesori danteschi a Piacenza. Il Landiano 190, frammenti, incunaboli e cinquecentine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Inferno
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Mito di Venezia da Hayez alla Biennale
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Venezia, che impresa! La grande veduta prospettica di Jacopo de’ Barbari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Venetia 1600. Nascite e Rinascite
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Monet. Dal Musée Marmottan Monet, Parigi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Realismo Magico. Uno stile italiano
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Divisionismo. 2 collezioni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fattori. Capolavori e aperture sul ’900
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
KLIMT. La Secessione e l’Italia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Macchiaioli. L’avventura dell’arte moderna
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Banksy. Building castles in the sky
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Domenico Gnoli
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Saul Steinberg Milano New York
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Corpus Domini. Dal corpo glorioso alle rovine dell’anima
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jeff Koons. Shine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luigi Ontani. Alam Jiwa & Vanitas
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Michael Kenna: il fiume Po
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Martin Parr. We love Sports
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sandro Miller. Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Franco Maria Ricci: i segni dell’uomo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Misurare la Terra
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Vetri dal Rinascimento all’Ottocento. La donazione Cappagli Serretti per i Musei Civici d’Arte Antica di Bologna
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Habitus. Indossare la libertà
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
I love Lego
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Wonder Woman. Il mito
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
FMR - Rinasce "la rivista più bella del mondo-2
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Casa Balla. Prorogata l’apertura straordinaria al pubblico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sotheby’s - Asta record per ‘Diego y Yo’ di Frida Kahlo
Leggi tutto...