I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Segreti e strumenti per viaggiatori e studiosi

Una mostra a Roma racconta il contesto scientifico e culturale romano di fine ‘700, primi ‘800, quando ebbe inizio la redazione delle mappe geografiche di tipo scientifico. Fino al 9 gennaio 2022


img
PARTICOLARE DI: Maniera di Tommaso Bigatti - Pagina di ventaglio con la Tomba di Cecilia Metella - fine XVIII secolo - carta trattata tipo pelle e dipinta a gouache - cm 16 x 42,5 - Roma, Museo Mario Praz


E’ in corso fino al 9 gennaio 2022  la mostra Misurare la Terra. Un’epigrafe napoleonica dai Musei Vaticani al Mausoleo di Cecilia Metella, ospitata presso il Parco Archeologico dell’Appia Antica, in due sedi espositive, al Complesso di Capo di Bove e al Mausoleo di Cecilia Metella.
L’esposizione, che rientra nelle celebrazioni per il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, vuole raccontare il contesto scientifico e culturale romano di fine XVIII e inizio XIX secolo, quando ebbe inizio la redazione delle mappe geografiche di tipo scientifico.
Il Mausoleo di Cecilia Metella che, fin da quando fu edificato in epoca tardorepubblicana connota il III miglio della Via Appia Antica, durante l’ancien regime fu scelto come base geodetica e utilizzato per le rilevazioni e misurazioni cartografiche.



A partire dalla metà del Settecento, l’antico monumento fu scelto come punto trigonometrico per disegnare la cartografia dei territori pontifici e per una nuova misurazione del Meridiano Terrestre, necessaria allo studio della forma della Terra, divenendo in questo modo un luogo di riferimento della storia delle scienze e della tecnica.
L’utilizzo del monumento per le rilevazioni è emerso di recente, anche grazie alla fortunata riscoperta nei Musei Vaticani di un’epigrafe napoleonica che tra il 1810 e il 1813 era stata posizionata sul tamburo del sepolcro per segnalarne la funzione di caposaldo geodetico. L’epigrafe, sfuggita alla distruzione dei simboli dell’impero effettuata in età di Restaurazione, rappresenta una delle poche testimonianze materiali superstiti dell’occupazione francese.

img
PARTICOLARE DI: Giovanni Battista Piranesi, Sepolcro di Cecilia Metella detto Capo di Bove, dalla serie Alcune vedute di archi trionfali ed altri monumanti inalzati da Romani...acquaforte su rame, mm. 135x270 ( formato: mm 350x500)  - Roma, Istituto Centrale per la Grafica

L’esposizione si presta a due fondamentali chiavi di lettura: la ricostruzione del milieu scientifico in cui l’epigrafe viene concepita e utilizzata e la precisazione del ruolo simbolico e rappresentativo svolto dal Mausoleo di Cecilia Metella nelle arti.
Al Complesso di Capo di Bove si potranno ammirare libri, documenti, strumenti di misurazione, bussole, compassi, uno scrittoio da viaggio, bastoni “animati”, tabacchiere, ventagli, inoltre saranno esposti una serie di importanti disegni e dipinti dedicati a Cecilia Metella e al singolare rettifilo dell’Appia tra la metà del Settecento e il primo quarto del XIX secolo. Fulcro della mostra sarà l’epigrafe napoleonica originale.
Una piccola sezione della mostra, infine, sarà proprio al Mausoleo di Cecilia Metella, dove saranno esposte alcune incisioni di Giovanni Battista Piranesi e alcuni strumenti di misurazione.


img
PARTICOLARE DI: Christopher Maire (1697-1767) Ruder Josip Boškovic (1711-17 87) “De litteraria expeditione per pontificiam ditionem ad dimetiendos duos meridiani gradus et corrigendam mappam geographicam […]”, 1755 Libro a stampa, con tavole ripiegate - Osservatorio Astronomico di Roma, Monte Porzio Catone

•LA MOSTRA: “Misurare la Terra” - ROMA, Parco Archeologico dell’Appia Antica, due sedi del Complesso di Capo di Bove e Mausoleo di Cecilia Metella - fino al 9 gennaio 2022 - INFO:  06.7806686 - https://www.parcoarcheologicoappiaantica.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tesori danteschi a Piacenza. Il Landiano 190, frammenti, incunaboli e cinquecentine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Inferno
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Mito di Venezia da Hayez alla Biennale
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Venezia, che impresa! La grande veduta prospettica di Jacopo de’ Barbari
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Venetia 1600. Nascite e Rinascite
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Monet. Dal Musée Marmottan Monet, Parigi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Realismo Magico. Uno stile italiano
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Divisionismo. 2 collezioni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fattori. Capolavori e aperture sul ’900
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
KLIMT. La Secessione e l’Italia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Macchiaioli. L’avventura dell’arte moderna
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Banksy. Building castles in the sky
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Domenico Gnoli
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Saul Steinberg Milano New York
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Corpus Domini. Dal corpo glorioso alle rovine dell’anima
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jeff Koons. Shine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luigi Ontani. Alam Jiwa & Vanitas
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Michael Kenna: il fiume Po
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Martin Parr. We love Sports
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sandro Miller. Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Franco Maria Ricci: i segni dell’uomo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Misurare la Terra
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Vetri dal Rinascimento all’Ottocento. La donazione Cappagli Serretti per i Musei Civici d’Arte Antica di Bologna
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Habitus. Indossare la libertà
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
I love Lego
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Wonder Woman. Il mito
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
FMR - Rinasce "la rivista più bella del mondo-2
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Casa Balla. Prorogata l’apertura straordinaria al pubblico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sotheby’s - Asta record per ‘Diego y Yo’ di Frida Kahlo
Leggi tutto...